Blog

Il Viaggio in Occidente – recensione e commento

Romanzi classici cinesi

Esistono cinque romanzi classici della tradizione cinese 四大名著: in riva all’acqua,  il Sogno della camera rossa, il Jin Ping Mei, il Viaggio in Occidente e il Romanzo dei Tre Regni. Oggi mettiamo a fuoco il più importante di tutti, vi presento “Lo Scimmiotto” o “Viaggio in Occidente”!

 

“Dovunque questo libro si trovi, le divinità lo proteggono. Il lettore deve aprirlo con rispetto e sincerità, dopo aver purificato le mani e aver bruciato incenso. Quando si sente affaticato lo chiuda, lo collochi riguardosamente in luogo elevato e badi che non sia sporcato e danneggiato. Per esser degni di leggere il Viaggio in Occidente, questo si deve sapere”

Liu Yiming – commentario Xiyouji (1806) 

Questo è un monito rivolto a chi si approcci alla lettura del Viaggio in Occidente. Il libro che maggiormente ha saputo influenzare la cultura cinese, storica e contemporanea. Tutti prima o poi ci troviamo a voler capire la cultura cinese. Questo libro contiene una delle chiavi per aprirla.

La vera storia del Viaggio a Occidente

Innanzi tutto è basato su una storia vera: Cina, VI secolo, il monaco Xuanzang 玄奘 viene inviato in missione imperiale in India – l’occidente-

un viaggio pericoloso la cui finalità era la ricerca delle sacre scritture buddiste. Ci è rimasto 17 anni, è tornato portando il buddismo in Cina. Esiste una cronaca ufficiale di questo viaggio. Un viaggio del genere ha creato una miriade di leggende, storie fantastiche e incredibili che nulla hanno a che fare con i fatti realmente accaduti. Il Viaggio in Occidente è proprio la raccolta di tutte queste storie. 

L’incredibile storia di Scimmiotto

Questo romanzo è, soprattutto, la storia di una Scimmia. Il protagonista ufficiale del romanzo è il monaco, ma il vero protagonista è uno dei suoi accompagnatori e difensori: l’immortale Sun-wukong (Scimmiotto Consapevole del Vuoto) in giapponese Son Goku. 

Il viaggio in occidente nella cultura contemporanea

Vi dice niente? Proprio lui! Il cartone giapponese Dragonball è ampiamente ispirato allo scimmiotto. Il protagonista – Goku – prende il nome

dallo scimmiotto, usa la nuvola speedy e il bastone che si allunga, proprio come lo scimmiotto. Incontra difficoltà come quella dell’incendio da spegnere con il ventaglio, episodio pari pari preso dallo scimmiotto. 

Dragonball cerca le sfere del drago, lo scimmiotto cerca le sacre scritture. Per entrambi è un viaggio fuori attraverso continenti sconfinati ma anche un viaggio dentro. Devono trasformarsi, superare se stessi, raggiungere la perfezione buddista. Un pò romanzo di “cappa e spada”, un pò tipo Bildungsroman. 

Tanto Humor ma di epoca Ming

Questo è un libro che fa ridere, la forza trainante è lo Humor, che lo ha reso popolare in ogni epoca.  Xuanzang è un monaco vanaglorioso e bacchettone, l’imperatore di Giada – il dio taoista –  un vecchio imbecille e vanitoso. Laozi – il patriarca del taoismo – un burbero immortale esperto di formule chimiche, la dea Guanyin una zitellaccia ficcanaso. I funzionari religiosi: “Monaci buddisti fannulloni e preti taoisti balordi”. Insomma, l’autore Wu Cheng’en ha una buona parola per tutti. Il libro issa bandiera buddista, ma nel suo travolgente humor riesce a prendere in giro tutti, alla fine delle risate resta un clima disteso di tolleranza. 

Cinque Movimenti e Viaggio in Occidente

Il Viaggio in Occidente è un libro con molti riferimenti ermetici, in particolare sui 5 movimenti. Ciascuno dei protagonisti corrisponde ad uno dei 5 movimenti e i loro comportamenti rispecchiano queste qualità. 

  • Sun Wukong, lo Scimmiotto: fuoco
  • Zhu Wuneng, Porcellino: legno
  • Sha Wujing, Sabbioso: metallo
  • Xuanzang, il monaco: terra
  • Bailong, il Cavallo: acqua (in realtà un principe drago dei mari del sud sotto mentite spoglie)

La traduzione del romanzo

Le traduzioni occidentali di questo capolavoro sono sempre state parziali, includendo solo 20-50 capitoli sui 100 totali dell’intera opera. Siamo fortunati ad avere una versione integrale in italiano che include tutti e 100 i capitoli tradotto da Balduzzi ed edito da Luni.

Il Viaggio in Occidente nelle Tre Dottrine

Questo libro è ricco di contenuti ed è stato per i taoisti un ricettario di fabbricazione dell’elisir di immortalità, per i buddisti un’introduzione allo Zen, per i Confuciani un’opera che ispira dirittura morale e sincerità di cuore.  Forse tutte queste interpretazioni sono le peggiori nemiche del Viaggio in Occidente. Proviamo a prendere questo librone per quello che è, godere appieno del suo spirito ludico, del suo umorismo, senza aver per forza bisogno di inseguire significati sottili tra le parole. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *