Blog

Qual’è il problema della ricerca in Agopuntura?

L’Agopuntura, è risaputo, è una tecnica molto efficace per trattare il dolore. Questo tipo di evidenza scientifica è però stata conquistata lentamente, principalmente per la difficoltà di eseguire uno studio in doppio cieco e per la scarsità di outcome oggettivi.

Il dolore

Tutti possono accusare un dolore ed è questo l’elemento per cui più spesso viene fatta Agopuntura. Per questo motivo la maggior parte degli studi clinici utilizzano come outcome primario il miglioramento del “dolore” dopo un ciclo di Agopuntura. La percezione del dolore è però un parametro soggettivo, quindi influenzabile da molti fattori e non oggettivabile. Per questo motivo il dolore non è un buon parametro “outcome” per definire l’efficacia di un intervento clinico come l’Agopuntura, essendo poco “scientifico”.

Outcome oggettivi

La presenza di un valore oggettivo, correlabile al dolore, misurabile prima e dopo l’intervento, permetterebbe di attestare un’efficacia dell’agopuntura sul dolore stesso, in maniera inequivocabile. Questa necessità è oggi quanto mai attuale.

Dolore, infiammazione e trasmissione degli impulsi nervosi

La soluzione sembra essere offerta da una condizione comune, che risponde bene all’Agopuntura: la Sindrome del Tunnel Carpale. Questa patologia è dovuta all’infiammazione e intrappolamento del nervo mediano all’interno del tunnel carpale. La gravità del dolore e dell’intrappolamento correla con la riduzione della velocità di trasmissione dell’impulso nervoso lungo il nervo mediano. Poter misurare questa velocità offre finalmente un outcome oggettivo per la misurazione dell’efficacia dell’Agopuntura nel trattamento di questa condizione.

Agopuntura: una continua ricerca archeologica e contemporanea

L’Agopuntura ci offre un caso più unico che raro in cui la ricerca percorre contemporaneamente due direzioni opposte: verso il futuro e verso il passato. In questa epoca di mezzo in cui viviamo siamo molto lontani dal contesto socio-culturale in cui l’Agopuntura ha potuto svilupparsi e fiorire. La nostra comprensione della visione della medicina cinese riguardo alla salute e alla malattia ci sfugge e richiede un continuo confronto con i testi classici sopravvissuti. Tuttavia oggi possiamo contare sul grande vantaggio della scienza contemporanea: la possibilità di eseguire rigorose ricerche scientifiche e la comprensione della fisica moderna ci offre nuovi strumenti di indagine di questa tecnica quantomai antica e attuale. A Milano, tra studio, clinica e ricerca, il mio lavoro continua.

 

BIBLIOGRAFIA

  • Maeda et al. Rewiring the primary somatosensory cortex in carpal tunnel syndrome with acupuncture. Brain. 2017 Apr 1;140(4):914-927.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *