Blog

Bere il Tè: 10 Cose Che Hai Sempre Voluto Sapere.

Curiosità e Ricerca Intorno alla Bevanda più Diffusa al Mondo

 

 

  1. Beviamo più Tè o più caffè?

Sicuramente Tè. Le statistiche rivelano che il Tè sia la bevanda più bevuta al mondo, subito dopo l’acqua.

 

  1. Quanti tipi di Tè esistono?

Molti. Per semplicità possiamo ricordare le principali caratteristiche: il Tè verde (semi-ossidato), il Tè nero (molto ossidato), il Tè bianco (non ossidato, ottenuto dalle foglie più giovani e dai germogli), il Tè Pu Er (ossidato, invecchiato, ottenuto attraverso un particolare processo di fermentazione), infine di qualità inferiore esistono i Tè aromatizzati “blended” (ottenuti dal mix di molti tipi diversi di tè, sino a 35 differenti qualità, al fine di ottenere un sapore standard). Oggi nel mondo il 96% del tè viene consumato in bustina, ma il modo migliore per apprezzare il sapore di un buon tè è quello di utilizzare le foglie intere.

 

  1. Dove nasce il tè?

La leggenda vuole che il leggendario coltivatore Shen Nong (fondatore della farmacologia cinese) usasse far bollire l’acqua prima di berla. Un giorno si addormentò in prossimità di una pianta di Tè (Camelia Sinensis) ed alcune foglie caddero nell’acqua, sprigionando il loro sapore. Al risveglio assaggiò la bevanda dal colore dorato e apprezzando la nuova scoperta diede vita ad una lunga tradizione di Tè.

 

  1. Il Tè fa davvero bene?

Bere il Tè con regolarità porta ad una netta riduzione della mortalità in generale (circa del 55% nei bevitori di più di 7 tazze al giorno). Inoltre appare ridurre il rischio di patologie cardiovascolari di circa il 30%, ridurre l’incidenza di cancro colorettale, ridurre l’insorgenza di Alzheimer o altre forme di demenza, ridurre l’effetto cancerogeno del fumo, i livelli di colesterolo, l’incidenza di diabete tipo II, di cancro prostatico avanzato negli uomini, di neoplasie mammarie nella donna in età fertile e molto altro. Le sue proprietà terapeutiche sono principalmente legate alla presenza di numerose forme di antiossidanti naturali (Catechine, Epigallocatechine), Caffeina, Tannini, Teanine (effetto rilassante legato all’azione sul neurotrasmettiore GABA), Teobromine e Teofilline (cardiostimolanti, diuretiche, vasodilatatrici).

 

  1. Meglio il Tè Verde o il Tè Nero?

Sono simili. La maggior parte delle ricerche scientifiche a disposizione sono state condotte sul Tè verde. Tuttavia le iniziali ricerche eseguite sul Te nero sembrano fornire dati analoghi. Secondo lo “U.S. Department of Agricolture” il potere antiossidante delle due qualità è simile. Un antica tradizione cinese consiglia di consumare il Te verde, rinfrescante, in estate e il tè nero, più riscaldante, d’inverno.

 

  1. Quanto caffeina c’è in una tazza di tè?

Un caffè espresso contiene circa 100 mg caffeina. Una tazza di tè nero dai 30 ai 50 mg, a seconda del tempo di infusione.

 

  1. Quale tè contiene più caffeina?

Curiosamente, il Tè bianco. Essendo fatto con foglie e germogli giovani, presenta le maggiori concentrazioni di caffeina!

 

  1. La cosa più importante durante la preparazione di un buon te?

L’acqua. La sua qualità (migliore quella di sorgente o conservata in bottiglie di vetro) e la sua temperatura (variabile a seconda del tipo di tè).

 

  1. La cosa meno importante durante la preparazione di un buon tè?

Il Tè. Non importa quali pregiatissime foglie abbiate a disposizione, se l’acqua non è alla temperatura giusta il loro sapore verrà sicuramente guastato senza possibilità di recupero!

 

  1. Da dove viene il Tè più pregiato?

Contrariamente a quello che si pensa il miglior Tè al mondo è il Wu Long (Drago Nero), che cresce a Taiwan. Viene acquistato a caro prezzo (sino a 3000 $ al kg) dai più facoltosi bevitori di tè al mondo, giapponesi compresi.

 

Fabio Lodo è un Medico Chirurgo, specializzato in Medicina Interna, Agopuntura, Medicina Cinese e certamente un assiduo bevitore di Tè.

2 risposte

  1. Ciao Andrea, grazie del commento! Gli studi sono molti, questo però è uno dei maggiori. Scriverò presto qualcosa di più esteso sul genere!

    Suzuki, E., Yorifuji, T., Takao, S., Komatsu, H., Sugiyami, M., Ohta, T., Ishikawa- Takata, K., Doi, H. “Green tea consumption and mortality among Japanese elderly people: the prospective Shizuoka elderly cohort.” Ann Epidemiol. 2009 Oct;19(10):732-9.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *